Il Gioco

PERSONAGGI

350 personaggi, 350 protagonisti.
Quale sarà il tuo?

gli eroi di Dracarys

VIDEO

Scopri lo splendido Castello di Rezzanello, la nostra Summerhall!

guarda il trailer

FOTO

Come mi vesto per il larp?
Lasciati ispirare!

galleria costumi

Come si Gioca

Le tre Regole d'Oro del larp

1) Rimani sempre nel personaggio: con le parole, con le azioni, coi pensieri. Non uscire mai dal gioco, non parlare d’altro, evita gli anacronismi: il gioco è bello ed emozionante se tutti lo rendono vero e vivo a beneficio degli altri partecipanti.

2) A ogni azione, una reazione: se un altro personaggio ti rivela un segreto, ti schiaffeggia, ti nomina capitano della guardia, ti pugnala a tradimento… reagisci. Non importa che cosa fai o dici, ma fai qualcosa, possibilmente qualcosa di appropriato, di divertente, di drammatico. In un larp nessuna azione deve cadere nel vuoto.

3) Accetta le azioni altrui: in un larp ciascuno è regista di se stesso. Non mettere mai in dubbio le azioni o la buona fede degli altri e non aspettarti mai da loro una reazione specifica. Prendi sempre per buono tutto quello che succede e che fanno gli altri partecipanti e gioca di conseguenza. In un larp non c’è copione, non ci sono prove e non si rigirano le scene; non tutto sarà perfetto, ma tutto sarà convincente, se decidi di crederci. ​

Dettagli sul Gioco

Ambientazione
Dracarys trae ispirazione dalla serie televisiva Game of Thrones della HBO e dai romanzi de Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin. È un evento organizzato da appassionati della saga e di gioco di ruolo dal vivo, con una decennale esperienza nella realizzazione di alcuni dei migliori larp giocati in Italia, in una varietà di associazioni. Ti forniremo tutto quello che ti serve per vivere il Westeros, ma solo tu potrai dargli vita!

Per scoprire il mondo e le atmosfere cui è ispirato Dracarys, puoi guardare la serie TV trasmessa in Italia da Sky Atlantic e da Rai4. Se vuoi approfondire puoi leggere i romanzi, pubblicati da Mondadori; oppure sfogliare qualcuno dei molti siti dedicati alla saga. In ogni caso, guardare qualche puntata dell’adattamento televisivo ti sarà più che sufficiente per goderti appieno l’evento.

Un mondo d’intrighi, guerra, sangue e rancori covati per decenni, mai morti sotto la cenere. Un continente infestato dal tradimento, in cui le alleanze seguono il soffio del vento per nutrire l’ambizione di Septon, mercenari e Lord. Questo è il Westeros di Dracarys, una terra spietata, contesa fino all’ultima iarda in un gioco dalla posta illimitata.
La morte del sovrano Robert Baratheon ha scatenato la Guerra dei Cinque Re, una piaga che ha devastato i Sette Regni. Lontano dal furore implacabile dei combattimenti, Summerhall - un vecchio maniero diroccato nelle Terre della Tempesta, un tempo distrutto da un rogo ultraterreno scatenato dalla follia dei Targaryen - è stato ricostruito in gran segreto. Dietro le sue mura, attori sconosciuti sono dediti a un lavoro febbrile e continuo, tentando di rivelare misteri che lì furono sigillati. Si dice che un fuoco dimenticato illumini le sale di Summerhall: lo stesso fuoco che forgiò, un tempo, il Trono di Spade per Aegon.
Fuoco di Drago... dracarys.

Dracarys non è un prodotto ufficiale di Game of Thrones e non è in alcun modo sostenuto o approvato da George R.R. Martin né dalla HBO. È un gioco estemporaneo che creeremo e vivremo insieme, un tributo all’universo fantasy e ai personaggi creati da George R.R. Martin. Non è un prodotto commerciale, non ha pubblico e nessuno viene pagato per realizzarlo: le spese vive per l’affitto del castello, l’acquisto del cibo e la preparazione delle scenografie saranno divise tra tutti i partecipanti.
Combattimento
Per combattere utilizzeremo le tipiche “armi in lattice” da larp: repliche innocue e realistiche, in materiale espanso, di armi medievali. Online puoi trovare molti produttori da cui acquistare armi in lattice (per esempio Calimacil, Palnatoke, Bottega alla fine dei mondi, Fucina del Drago, Forgotten Dreams, Le Rune, Iron Fortress) oppure, puoi noleggiarle dal nostro magazzino, al prezzo politico di 20€ per tutte le armi appropriate al tuo personaggio (fino ad esaurimento scorte).

L’approccio al combattimento di Dracarys non è sportivo né agonistico, ma cinematografico: duelli e battaglie sono l’occasione per creare scene dinamiche e coinvolgenti.
Durante il gioco, tutti fingeremo che le armi siano vere e interpreteremo le “ferite” subite in modo convincente e drammaticamente appropriato. Per convenzione, il primo colpo netto che subisci ti ferisce: urla di dolore, rimani zoppo o confuso ma, se lo desideri, puoi ancora stringere i denti e agire. Il secondo colpo netto ti sconfigge: il tuo personaggio è gravemente ferito, o comunque stordito, atterrato, esausto o terrorizzato e non sei in grado di combattere né di fuggire. Implora pietà e spera nella misericordia dei Sette Dei.

I personaggi che indossano armature possono resistere ad alcuni colpi prima di rimanere feriti: le armature in cuoio o le armature parziali in metallo permettono di ignorare il primo colpo, le cotte di maglia i primi 2 colpi, le armature a piastre i primi 3 colpi. Alcuni personaggi sono fisicamente robusti o particolarmente tenaci e possono quindi ignorare 1 colpo supplementare. Ad esempio un prode guerriero in armatura completa potrà resistere ai primi 4 colpi che subisce: dovrà comunque accusarli, gridando di dolore o interpretando lo shock e l’urto; ma rimarrà davvero ferito solo quando subirà il 5° colpo.
Morte e Guarigione
Alcuni personaggi specifici saranno Maestri della Cittadella, cerusici, segaossa: sono gli unici in grado di medicare le tue ferite. Cercali (o, se non sei in grado di muoverti, spera che qualcuno ti trascini da loro), ascolta la loro diagnosi e rispetta le loro indicazioni per la guarigione. Game of Thrones non è un fumetto Marvel; interpreta sempre gli effetti e gli strascichi delle ferite in modo sentito e convincente e ricorda: Valar Morghulis

Se il tuo personaggio è un Maestro o comunque conosce le arti della guarigione spetterà a te decidere la gravità e i dettagli delle ferite, mimare un trattamento appropriato con bende, sangue finto, ferri da cerusico e simili e spiegare ai tuoi pazienti dopo quanto tempo si riprenderanno. Un personaggio ferito o sconfitto dovrebbe rimanere debilitato o costretto a letto per almeno una mezz’ora; tuttavia il nostro scopo non è lo stretto realismo. Tutti i giocatori devono avere la possibilità di continuare a partecipare al larp, quindi in nessun caso potrai dichiarare che un tuo paziente è morto, né imporgli una convalescenza più lunga di due ore. Evita inoltre quelle cose che rendono bene in un film ma sono difficili o impossibili da rappresentare in un gioco “in diretta”, come l’amputazione di una gamba.

Analogamente, se interpreti un combattente, evita di giocare scene in cui tagli la gola al tuo nemico, lo giustizi in pubblica piazza, lo trafiggi al cuore e simili. Come detto, tutti i partecipanti sono i protagonisti e devono poter giocare il larp; questo genere di finali tragici è accettabile solo nell’epilogo dell’evento, cioè dalla mattina dell’ultimo giorno di gioco. Prima di quel momento, dovrai sempre trovare una scusa per catturare il tuo nemico anziché ucciderlo, sfregiarlo anziché giustiziarlo, pestarlo e ferirlo ma senza eliminarlo dal gioco. Ricorda che di solito è più importante prendere un nemico come ostaggio, anziché ucciderlo.

Tuttavia, il fascino di Game of Thrones sta anche nel fatto che nessun personaggio è al sicuro: i presunti protagonisti vengono regolarmente decapitati o assassinati senza preavviso. Per mantenere questa atmosfera nel larp, un numero limitato di personaggi verrà in effetti ucciso ben prima della fine dell'evento. I giocatori che li interpretano riceveranno un nuovo personaggio dallo Staff e potranno continuare a giocare Dracarys. Non è dato sapere in anticipo quali personaggi moriranno, sarà una sorpresa per tutti. Se il tuo personaggio muore, prestati ad interpretare il tuo "cadavere" per il tempo di un eventuale funerale o commiato. Uno Staff verrà a portare via il "cadavere" e ti darà istruzioni per il cambio di personaggio, oltre a fornirti (gratuitamente) un nuovo costume in prestito, per permettere agli altri partecipanti di capire che non sei lo stesso personaggio di prima. Siamo convinti che sarà molto soddisfacente sia giocare una scena di morte tragica, o eroica, o patetica, sia avere la possibilità di interpretare un nuovo personaggio, partecipando alla seconda parte dell'evento da una diversa prospettiva.
Ulteriori informazioni sulla morte dei personaggi saranno pubblicate nei prossimi mesi sul Blog di Dracarys.
Magia
In Dracarys, la magia è sopita e dimenticata, ma reale. Adotteremo alcune semplici convenzioni per rappresentare la magia, ovvero per permettere a chi subisce un incantesimo di capirlo e di reagire correttamente. In generale, i personaggi in grado di usare la magia saranno pochi e riceveranno istruzioni dallo Staff. Ulteriori informazioni sulla magia saranno pubblicate nei prossimi mesi sul Blog di Dracarys. .

​Veleni e pozioni
I sapienti del Westeros conoscono le proprietà nocive o medicamentose di piante e preparati, che sono rappresentate nel larp da liquidi innocui, con un colore o un sapore caratteristico. Questo ti permetterà di capire se sei stato avvelenato o se ti hanno somministrato del "latte di papavero".
Intensità e Sicurezza
Usa sempre il buon senso e non fare nulla di pericoloso: nessuno deve farsi male. Cerca di stare al gioco e di accettare le interazioni verbali e fisiche, anche intense o negative, con gli altri partecipanti, incluse cose come: trasportare un ferito, spintonare, afferrare o simulare una rissa, abbracciare, accarezzare, tenere per mano la persona amata. Usa particolare cautela e riguardo quando interpreti scene intense, fisiche o potenzialmente imbarazzanti.

Se durante il gioco succede qualcosa che trovi troppo sgradevole o invadente, puoi (e devi!) usare la frase di sicurezza “Vacci piano!”: è una parola in codice che tutti conoscono e indica all’altro giocatore che deve evitare di essere troppo realistico, lasciarti spazio, abbassare la tensione, badare di non farti male. Non c’è nulla di male ad usare il “Vacci piano” e obbedisci sempre prontamente se qualcuno te lo dice: ciascuno ha la sua sensibilità e il suo metro di giudizio e tu devi rispettarla ciecamente.

Più spesso, può capitare che un giocatore sia troppo prudente o timido e, non volendo rischiare di infastidire l’altra persona, interpreti una scena in modo fin troppo astratto, soft, poco realistico. In questi casi puoi usare la frase di sicurezza “È tutto qui?”: indica all’altro giocatore che, se vuole, può andarci un po’ più pesante, giocare la scena in modo più autentico o più fisico, aumentare la tensione. Nessuno è obbligato a obbedire: “È tutto qui” è una richiesta, un consiglio, ma non è un ordine.

E se mi cade un vaso in testa? E se va a fuoco il castello? Nel malaugurato (e rarissimo) caso di una reale emergenza, ovviamente è tuo dovere morale e legale smettere di giocare, soccorrere la persona in difficoltà ed eventualmente avvisare lo staff. Non appena la situazione è sotto controllo, puoi tornare a giocare.

Infine, è sempre vietato: colpire con le armi in lattice in affondo (di punta), colpire i genitali, colpire la faccia o la gola, legare qualcuno per il collo o con i polsi dietro la schiena, trasportare di peso qualcuno sulle scale, ubriacarsi, arrampicarsi sulle torri del castello e simili.

Al Gioco del Trono si vince o si muore. , Non sarò solo una pagina nel libro della storia di qualcun altro. , Il fuoco non può uccidere un drago. , Ali oscure,oscure parole.

Personaggi

Gli autori di Dracarys stanno preparando un ricco intreccio di personaggi dettagliati e appassionati, collegati tra loro da amicizie, rivalità, segreti e intrighi. Potrai leggere le descrizioni individuali dei personaggi e scegliere il tuo a partire da aprile 2016; nei mesi successivi potrai, se vuoi, approfondire il tuo personaggio e conoscere meglio quelli dei tuoi legami attraverso alcuni gruppi facebook dedicati.

Quattro personaggi d'esempio:

L'ambiziosa nobildonna
Lady Dory Yronwood

"Certo che lo sapevo"

Si dice che i segreti custoditi da Lady Dory potrebbero gettare nello scompiglio i sette regni. Che siano veri o no, di certo l’hanno resa una donna potente e temuta.

Ranger dei Guardiani della Notte
Frederick

"L’onore mi lega ai miei fratelli"
Accettò di servire presso la barriera per avere salva la vita; lì scoprì la lealtà e imparò il senso del dovere.
​Ciò che negherebbe a un Lord o a un septon lo farebbe per i suoi compagni.

Il secondo in comando
Lord Tharban Greyjoy

"Loro combattono, io vinco"
C’è chi sussurra che Lord Tharban non sia uno stratega. Non sanno quante battaglie egli abbia vinto senza nemmeno sguainare la spada: l’arma più potente del continente è la scaltrezza.

L'eremita di Summerhall
tabita

"Avevo giurato di non tornare mai più"
Tutti si chiedono perché Tabita sia tornata dall’esilio che si era imposta dopo tanti anni. Non ha fornito alcuna spiegazione, ma solo vaneggiamenti su leggende ormai dimenticate.

Anteprima dei Personaggi

Ciascun personaggio, che sia un grande Lord, uno spietato mercenario o uno schiavo in catene, è unico, interessante e ricco di occasioni di gioco, al contempo protagonista della propria saga personale e tassello di un intreccio più grande. Nonostante questo è inevitabile che alcuni personaggi siano più popolari e ambiti di altri. Se vuoi avere il privilegio di scegliere il personaggio prima degli altri puoi iscriverti come Sostenitore oppure come Produttore Associato  (vedi la pagina Iscriviti).
Ti ringraziamo per la tua generosità!

 

I gruppi di Gioco

I personaggi di Dracarys sono divisi in alcuni gruppi tematici, che descriviamo brevemente qui:

  • Scegli un gruppo:
  • Guardiani della Notte
  • La Mano dei Sette
  • Nobile Casa Martell
  • Gli ultimi abitanti di Summerhall
  • Nobile Casa Greyjoy
  • Nobile Casa Tyrell
  • ​La fratellanza Senza Vessilli
  • Le genti di Approdo del Re
  • Le Nobili Case del Nord
  • ​Nobile Casa Lannister​
  • Nobile Casa Bolton
  • I costruttori di Summerhall
  • The Travelers from the Free Cities / I viaggiatori delle città libere
  • I cavalieri della Valle
  • I dimenticati dal Westeros
  • Nome del gruppo
  • Nome del gruppo
  • Nome del gruppo
  • Nome del gruppo
  • Nome del gruppo
Clicca sul nome di uno dei gruppi per visualizzare la descrizione
Il potere risiede dove gli uomini credono che risieda.
È un trucco, un’ombra sul muro...

Info Pratiche

Costumi

Dracarys, ciascun partecipante provvede al proprio costume ed equipaggiamento. Per quanto riguarda le armature, ti consigliamo Bux Leather Art, artigiano italiano del cuoio nonché appassionato larper. Oltre a lavorare per il cinema, produce su commissione armature e accessori in cuoio intarsiato. I partecipanti di Dracarys che si rivolgono a lui riceveranno un trattamento di favore e potranno richiedere lavori personalizzati con stemmi del Westeros, concepiti appositamente per il nostro larp.

Ecco qualche foto di giocatori in costume per ispirarti!

​​
​Anche se non sei già un appassionato di larp fantasy o di cosplay, procurarti un bel costume è meno impegnativo di quanto potrebbe sembrare. Esistono molti artigiani e rivenditori specializzati di equipaggiamento medioevale e fantasy per il larp (ad esempio Armstreet, Boutique di Beldivolpe, Narsilion).
Se vuoi approfondire:

Abiti e accessori per Dracarys - gruppo Facebook dedicato!
Consigli di stile, link a negozi economici in cui comprare costumi o armature, guide e aiuto all'acquisto materiali per chi vuole cucirsi o costruirsi qualcosa da sé, pareri pratici vari... sotto l'illuminata guida di alcuni larper di lungo corso e veri appassionati di costumi! Insomma, tutto quello che serve per avere un costume degno di Game of Thrones senza diventare matti o indebitarsi. Per iniziare, ti consigliamo anche questo articolo che contiene link e suggerimenti utili per i costumi da larp fantasy in generale.

Se ti sembra tutto troppo complicato, puoi usare il noleggio costumi che mettiamo a disposizione a prezzo politico: 35 euro per il noleggio standard, 70 euro per il noleggio deluxe; le armi sono comprese. Entrambe le opzioni includono un costume completo, caratterizzato per il personaggio che sceglierai e, per quanto possibile, personalizzato per la tua taglia. Nessun noleggio include le scarpe, a cui dovrai pensare tu: è fondamentale avere un paio di stivali in stile o storici, o almeno un paio di anfibi in pelle, di colore adatto e rigorosamente privi di marchi o loghi moderni visibili.

Infine se hai il costume ma ti mancano le armi in lattice, puoi noleggiare solo quelle al costo di 20 euro. I nostri magazzini sono ampi e ben forniti, ma non infiniti: il servizio noleggio si intende disponibile fino a esaurimento scorte.